www.TUTTOINTER.com /.org/.net sito creato e gestito interamente da TIFOSI dell'Inter non da giornalisti

© TuttoInter.com :"il passato il nostro ONORE, il futuro la nostra GLORIA, il presente il nostro ORGOGLIO, la serie A è nel nostro DNA ... l'INTER è per sempre !!!"
TIFARLA E' UN PRIVILEGIO, DIFENDERLA E' UN OBBLIGO, AMARLA E' UN PIACERE, SOLO !
www.TuttoInter.com on-line dal 15/04/02

tuttointer.com
Style 01 (Deep Sky Blue) - Menu by Apycom.com
vai su twitter
vai su facebook
vai su YouTube
vai su tumblr
vai su INSTAGRAM
vai su Google+
vai su Picasa
vai sul blog
RSS
trova TuttoInter su google
email
proponi un social network

Inter ora non puoi più sbagliare!

Una decina di anni fa il calcio italiano aveva nelle milanesi il suo centro; da ormai un pò di tempo non è più così, con la Juventus sempre più regina incontrastata del campionato. Se il Milan di Berlusconi è ancora in fase di trasloco dal punto di vista societario, l'Internazionale mai come ora fa fede al suo nome con una dirigenza orientale e un allenatore olandese. La dirigenza ha già messo le cose in chiaro, sovraintendendo obiettivi e modalità di raggiungimento di essi. Al momento è difficile giudicare l'operato di De Boer, soprattutto in relazione al tempo che siede sulla panchina, ma pare che almeno abbia dato una anima a questa quadra che l'anno scorso era parsa smarrita dopo un inizio di stagione folgorante. Le premesse per un grande campionato ci sono tutte. Probabilmente l'Inter non è ancora in grado di giocarsela per lo scudetto ma deve per forza posizionarsi tra le prime 4.

L'ossatura della squadra c'è tutta, soprattutto dopo la dispendiosa campagna acquisti. Il mercato ha portato in dote il regista Banega, il giovane Gabriel Barbosa, il neo campione d'Europa Joao Mario e Candreva (tra i migliori delle ultime uscite dell'Italia). Handanovic tra i pali è una sicurezza. Miranda è un leader difensivo naturale e di conseguenza chiunque giochi accanto a lui rende bene, in particolare Murillo. I terzini sono il vero problema dello scacchiere neroazzurro. I vari Santon, Nagatomo e D'Ambrosio (per cui va riconosciuto il loro impegno alla causa) non sono al livello per giocare in una squadra di alto profilo e con tutta probabilità verranno ceduti. In queste settimane ha stupito il giovane terzino Niange, che l'allenatore olandese stima molto data la sua età, ma nella sessione invernale di mercato sarà necessario comprare in quel ruolo. A centrocampo la squadra può contare sulla qualità di Joao Mario, sulle geometria di Ever Banega (colpaccio a parametro zero) e sulla freschezza atletica del giovane Gnoukuri. Il portoghese garantisce mobilità e inserimenti, l'argentino dal canto suo è il faro della squadra, mentre al giovane ex Primavera il compito di spezzare l'azione avversaria. Oltre a questi elementi però non bisogna dimenticare Medel che con il suo carisma e la sua duttilità può esser molto utile alla causa. Particolare il caso di Kondogbia, che dopo esser stato pagato a peso d'oro in un derby tutto milanese con il Milan, ha avuto una stagione travagliata. Si pensava che dopo una stagione di ambientamento il francese non avrebbe deluso le attese, invece come dimostra la sostituzione shock dopo nemmeno mezz'ora di gioco, non riesce a collocarsi in campo e qualunque sia la sua posizione non riesce a incidere.

Il reparto migliore di tutto l'impianto è l'attacco, con un fenomeno come Mauro Icardi, che trasforma in oro ogni pallone che tocca e che probabilmente, come confermano anche le quote sul capocannoniere di Serie A di Sky Bet, lotterà fino alla fine per conquistare questo titolo personale insieme ai vari Higuain, Bacca e all’italiano Belotti. Le altre frecce nell'arciere di De Boer sono tutte molto pericolose: da un lato Perisic, che con la sua tecnica può sempre lasciare il segno, e sul lato opposto Candreva che con i suoi cross può servire palloni interessanti per la testa dell'attaccante. Eder come comprimario è una scelta interessante, per quanto concerne il discorso Gabigol, siamo tutti impazienti di vedere le sua qualità, anche se tutto ciò può esser un problema visto che non può giocare come attaccante esterno e come prima punta Icardi è insostituibile. De Boer avrà modo di riflettere su come giocare, ma difficilmente si distoglierà dal suo 4-3-3 offensivo di tipica marca Ajax. In sostanza l'11 titolare è molto valido, probabilmente le varie riserve non sono ancora a quel livello ma con un paio di innesti i nerazzuri potranno dire la loro in ottica campionato nelle prossime stagioni. D'altro canto però, tutta la squadra ha la pressione di dover rendere bene, visto che la società ha investito molto, l'allenatore è capace e vincente (4 campionati in 5 anni, con l'ultimo sfuggito negli ultimi minuti) e la squadra è valida. L'obiettivo minimo è il quarto posto ma non è vietato sognare. Ai nerazzurri il compito di restare in scia di Napoli e Roma e provare a insediarsi nella corsa verso la Juventus.

 

 
» SOSTIENI » Parola di PRISCO
ActionAid
» Lo sapevi che ...
» Speciale CAMPIONI » Sfondo AUTOGRAFI » Speciale DERBY 0-4 » VIDEO Curva Nord » CORI Salutate la Capolista, Materazzi, Cambiasso, julio Cesar, ETO'O , Sneijder , Milito » ALTRO Inno Inter  Maglie Sfondi Calcio  Serie A  Loghi e Suonerie Cellulari news
Inter Milán - Cechia Nerazzurra solo inter Raccolta di video sull'Inter inter al femminile l'interismo moderno
Sito creato e gestito da : NrgSoftWare --> @ Email - webmasterRenzo - webSandro - webSalvatore - Ver. 14.5 - Copyright 2012/2013
©Tutto Inter .com
è on-line dal 15/04/02 -
Eventuali file coperti dal "diritto d'autore" appartengono ai legittimi
proprietari,
coloro che dovessero riconoscere un file come propria creazione e ne volessero la rimozione sono invitati a contattare il webmaster.
Questo sito web non rappresenta una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità fissa ed i contenuti sono frutto ed espressione della volontà personale degli iscritti.
Non può considerarsi quindi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Per info .
tutto inter chatwebmaster nerazzurriTutto Inter YouTubeTutto Inter BlogpacelinkamiRSS XML BLOGgmaillinuxantifascismoblog for equity
 
"Il calcio è un gioco, bisogna rispettare le regole. A cosa serve vincere se lo si è fatto imbrogliando? A niente".  ( Thuram anno 2005 )
-
"Meglio essere multietnici che comprare le partite" (M. Moratti, 23 agosto 2010) - 2010 l'anno del Triplete Nerazzurro

© www.TuttoInter.com
Tutto per gli Interisti dal 15/04/02