www.TUTTOINTER.com /.org/.net sito creato e gestito interamente da TIFOSI dell'Inter non da giornalisti

© TuttoInter.com :"il passato il nostro ONORE, il futuro la nostra GLORIA, il presente il nostro ORGOGLIO, la serie A è nel nostro DNA ... l'INTER è per sempre !!!"
TIFARLA E' UN PRIVILEGIO, DIFENDERLA E' UN OBBLIGO, AMARLA E' UN PIACERE, SOLO !
www.TuttoInter.com on-line dal 15/04/02

tuttointer.com
Style 01 (Deep Sky Blue) - Menu by Apycom.com
vai su twitter
vai su facebook
vai su YouTube
vai su tumblr
vai su INSTAGRAM
vai su Google+
vai su Picasa
vai sul blog
RSS
trova TuttoInter su google
email
proponi un social network

 

I leader più giovani nel mondo del calcio


Era il 19 luglio del 2009 quando, a 12 anni e 362 giorni, fece l'esordio nel campionato boliviano di Clausura l'attaccante Mauricio Baldivieso. Un record clamoroso e strano (l'allenatore era il padre del ragazzo e fu esonerato dopo la partita) che avrebbe permesso al giovane Mauricio di diventare un vero veterano già da adolescente.
Per diventare leader infatti non serve essere ultra trentenni e avere centinaia di partite alle spalle. Basta chiedere a Liverpool di un certo Steven Gerrard, che indossò per la prima volta la fascia da capitano il 15 ottobre 2003, a 23 anni, dopo una trafila a tinte reds iniziata quando ne aveva appena sette. Appena due anni in meno ce li aveva Cesc Fabregas, quando Arsene Wenger decise di strappare la fascia dal braccio di Gallas e stringerla a quello dello spagnolo: "Non penso di dover spiegare il motivo. Ci sono cose che devono rimanere private" disse. Sempre in terra inglese è rimasta nella storia l'impresa di Bobby Moore, il capitano più giovane della squadra dell'Inghilterra e anche l'unico capace di guidare la nazionale dei Tre Leoni alla vittoria della Coppa del Mondo, nel 1966.
È il mondo delle nazionali infatti a fornire più esempi di leader giovani e carismatici allo stesso tempo. In stagioni più recenti abbiamo visto Raphael Varane capitano della Francia a 21 anni, oppure Neymar, capace di prendere in mano il suo Brasile a 22 anni dopo la disfatta contro la Germania nei Mondiali del 2014.
La fascia al braccio di un giovane può servire come fattore emozionale e di carica. Lo sa bene Le Guen, allenatore del Paris Saint Germain quando decide di nominare capitano Mamadou Sakho, debuttante ad appena 17 anni e 8 mesi.
Anche la nostra Serie A vanta numerosi capitani e leader giovani. L'esempio più celebre è ovviamente quello del Capitano per eccellenza: Francesco Totti, nominato per la prima volta il 31 ottobre 1998 da Zdenek Zeman, che contro l'Udinese la tolse al difensore brasiliano Aldair per darla al ragazzino di Porta Metronia. Nella classifica della Serie A l'attaccante giallorosso precede l'attuale leader dell'Inter Mauro Icardi, che ha indossato la fascia a 22 anni, 6 mesi e 4 giorni. E quella di Luciano Spalletti è una delle squadre con più leader giovani del nostro campionato. Il centravanti argentino ne è il massimo esempio: decisivo, carismatico, è diventato stagione dopo stagione sempre più maturo e autorevole all’interno dello spogliatoio nerazzurro. “Faccio quello che devo fare – spiega l’ex blucerchiato - devo trascinare la squadra con i miei gol. Bisogna essere tutti leader nello spogliatoio. Ci sono tanti giocatori che sono leader”. Come, ad esempio, Milan Skriniar, classe 1995 ma caratura da veterano. “Dobbiamo dare il 110% in ogni partita, in ogni minuto, dobbiamo essere concentrati". Sprona così la squadra di cui è un pilastro: ha accolto De Vrij, con cui forma una delle migliori coppie del nostro campionato, guida la difesa, si mette a disposizione del mister da terzino, ringhia addosso alle caviglie e ai musi degli avversari. Ed in nerazzurro la strada sembra tracciata ora che tutti i bookmakers stanno abbassando notevolmente la quota dell’Inter per la vittoria dello Scudetto. Alla luce dell’ultima vittoria convincente contro la Lazio è forse il caso di pensare di fare qualche puntata sui nostri beniamini approfittando di qualche bonus particolare. Ne abbiamo trovati due: codice promo Eurobet e un codice bonus bet365 niente male.

 

 

 
» SOSTIENI » Parola di PRISCO
ActionAid
» Lo sapevi che ...
» Speciale CAMPIONI » Sfondo AUTOGRAFI » Speciale DERBY 0-4 » VIDEO Curva Nord » CORI Salutate la Capolista, Materazzi, Cambiasso, julio Cesar, ETO'O , Sneijder , Milito » ALTRO Inno Inter  Maglie Sfondi Calcio  Serie A  Loghi e Suonerie Cellulari news
Inter Milán - Cechia Nerazzurra solo inter Raccolta di video sull'Inter inter al femminile l'interismo moderno
Sito creato e gestito da : NrgSoftWare --> @ Email - webmasterRenzo - webSandro - webSalvatore - Ver. 14.5 - Copyright 2012/2013
©Tutto Inter .com
è on-line dal 15/04/02 -
Eventuali file coperti dal "diritto d'autore" appartengono ai legittimi
proprietari,
coloro che dovessero riconoscere un file come propria creazione e ne volessero la rimozione sono invitati a contattare il webmaster.
Questo sito web non rappresenta una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità fissa ed i contenuti sono frutto ed espressione della volontà personale degli iscritti.
Non può considerarsi quindi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Per info .
tutto inter chatwebmaster nerazzurriTutto Inter YouTubeTutto Inter BlogpacelinkamiRSS XML BLOGgmaillinuxantifascismoblog for equity
 
"Il calcio è un gioco, bisogna rispettare le regole. A cosa serve vincere se lo si è fatto imbrogliando? A niente".  ( Thuram anno 2005 )
-
"Meglio essere multietnici che comprare le partite" (M. Moratti, 23 agosto 2010) - 2010 l'anno del Triplete Nerazzurro

© www.TuttoInter.com
Tutto per gli Interisti dal 15/04/02